XIV Reparto Mobile di Senigallia – Quesito SIULP Ancona su corretta applicazione istituto del Congedo Ordinario – Risponde il Ministero

“…il limite di 1/4 della forza effettiva per ogni ruolo non debba essere discrezionale ma considerato il punto di partenza per la concessione delle relative istanze di congedo ordinario e poi eventualmente attuare ogni ulteriore valutazione che vada a favore dei colleghi e contemperi le esigenze di servizio per la fruizione di tale beneficio”.

Ad aprile 2016 intervenimmo sul mancato rispetto dell’art. 59 del D.P.R. 782/85 ossia sul congedo ordinario, senza trovare una soluzione con il Dirigente del XIV Reparto Mobile…

L’Amministrazione, con il suo atteggiamento, ci costrinse a far intervenire la Segreteria Nazionale SIULP al fine di dirimere la diatriba sulla corretta applicazione di tale importante istituto direttamente con l’Ufficio Relazioni Sindacali del Ministero.

L’Amministrazione, erroneamente, riteneva che il limite di ¼ della forza effettiva per ruolo previsto dalla norma, fosse il valore massimo per la concessione delle istanze di congedo ordinario. Si attribuiva perciò una discrezionalità molto ampia nella concessione dell’istituto e nella valutazione delle normali esigenze di servizio, suscettibile di essere condizionata da fattori aleatori e non oggettivamente riscontrabili, quali percezioni e/o valutazioni personali del Dirigente. Riteneva di poter concedere da un minimo dell'1% fino al 25% della forza effettiva, creando così, inevitabili disparità tra Uffici e Reparti su tutto il territorio nazionale. In quell’occasione concesse il 15%…

Il SIULP, anche questa volta (vedasi precedenti ricorsi/quesiti su questione mensa di servizio, accesso atti stradale, orari ordine pubblico in questura, etc.) aveva ragione.

La corretta interpretazione della normativa vigente era la Nostra.

Abbiamo nuovamente tutelato i diritti dei colleghi da un’Amministrazione che, troppo spesso, tentenna o decide a discapito del più “debole”.

Il limite di ¼ della forza rappresenta, quindi, il punto di partenza minimo per la concessione delle domande di congedo ordinario.

Il Ministero, nella risposta fornita al SIULP, ha rappresentato che in molte occasioni nel rispetto di quanto previsto dalla normativa, è stato concesso anche più del 25%, e che, per il caso segnalato, il Dirigente del Reparto ha riferito che quanto accaduto è stato un caso “limite ed eccezionale”.

Noi, prendendone atto, ci permettiamo di aggiungere… speriamo rimanga unico… anche perché la normativa non permette deroghe ed è sempre il Ministero che, eventualmente, le disciplina (vedi seggi elettorali).

Ora interverremo sul rispetto dei riposi e delle “domeniche rosse”.


 

Lascia un Commento

  

  

  

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.