TURNI POLSTRADA – “Tira la corda… …che poi si spezza!”

Incontro del 28 marzo 2017

Ieri, si è svolto l’incontro con il Dirigente del Compartimento dott. CESAREO, con la presenza anche del Dirigente la Sezione, dott. SANTONE, e della dott.ssa PADOVANI (ufficio relazioni sindacali del Compartimento), per discutere sulla proposta dei turni in deroga, frutto di una serie di incontri e trattative o decidere sull’applicazione dei turni previsti dall’ANQ.

L’Amministrazione ha argomentato dettagliatamente la proposta, spiegando le ragioni dei cambiamenti rispetto agli attuali turni.

Questo in sintesi quanto ci ha proposto:

Turni continuativi

  1. Sostituzione del turno 19/24 e 00/07 con turno 19/01 e 01/07;
  2. Possibilità del “salto notte” e sostituzione del turno 01/07 con il 07/13, garantendo una equa rotazione;
  3. Possibilità, a richiesta del collega, di fruire del giorno libero in giornata diversa dal lunedì, permettendo così di poter fruire della seconda domenica libera nelle cinque settimane, come era attualmente;
  4. Limite annuale delle notti, 22 per i pattuglianti e 40 per il personale al COC;
  5. Sostituzioni al COC effettuate a rotazione tra personale degli uffici e pattuglianti (della Sezione di Ancona), valutando una eventuale incidenza negativa sul controllo del territorio nell’utilizzo di questi ultimi.

Turni non continuativi

  1. Possibilità, a scelta del collega, di effettuare la settimana corta con orario 07/14,12 e 13/20,12, nel limite del 40% del personale che effettua detti turni non continuativi di ogni Ufficio o articolazione;
  2. Possibilità di concessione di orari flessibili per soddisfare le esigenze di detto personale (08/15,12 – 15/20,12).

L’Amministrazione ha detto, più volte, in modo chiaro e deciso, formalizzando la propria posizione, che, in caso di mancato accordo, avrebbe applicato gli orari inseriti nell’ANQ, ossia i turni in quinta per il personale turnista (pattuglianti e COC) e la settimana “normale” o la settimana “corta” con due rientri, per il personale degli uffici.

Ecco perché, il SIULP, pur chiedendo di mantenere gli attuali orari per i turni non continuativi e proponendo delle modifiche agli orari dei turnisti, ha deciso che la proposta formulata dall’Amministrazione fosse un punto di partenza importante per non gettare via alcune agevolazioni per i pattuglianti (vedasi turni notturni) e la settimana corta con il 07/14,12 e 13/20,12 per il personale degli uffici, seppur con una percentuale del 40%, aumentabile nella successiva contrattazione.

Non vi erano altre proposte al vaglio!

L’inutile “braccio di ferro” di alcune sigle sindacali (SAP, SIAP, UGL e COISP), hanno portato ai TURNI IN QUINTA per i pattuglianti ed alla settimana “normale” o alla settimana “corta” con due rientri per il personale degli uffici.

Il progetto del turno in deroga posto sul tavolo contrattuale dall’Amministrazione è stato condiviso, al fine di evitare i turni previsti dall’ANQ (continuativi e non continuativi), solo dal SIULP, dalla CONSAP e dal SILP-CGIL che, in mancanza della maggioranza assoluta (50%+1), ha portato alla mancata sottoscrizione dello stesso creando un irreparabile danno a tutti i colleghi e l’applicazione dei turni dell’ANQ.

Il SIULP, lavorerà ancora, al fine di poter riconquistare i diritti “perduti” che, nel caso della settimana corta (07/14,12 e 13-20,12), erano stai acquisiti da questa O.S. 16 anni fa.

Ora, cari colleghi, potete valutare Voi come cambierà la vostra vita.


Allegati:

TURNI POLSTRADA -
Titolo: TURNI POLSTRADA - "Tira la corda… …che poi si spezza!"
Descrizione: COMUNICATO
Dimensione: 488 KB

Lascia un Commento

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.