Viabilità

SQUADRA MOBILE: I colleghi non sono figurine della “Panini”

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.
FATTO
Personale della Squadra Mobile è stato aggregato presso il Tribunale di Ancona per sopperire alla mancanza di personale amministrativo del Ministero di Grazia e Giustizia. Infatti il compito del personale aggregato era quello di telefonare agli avvocati e fissare appuntamenti. Adempimenti che scaturivano dall’articolo 415 bis cpp, avviso all'indagato della conclusione delle indagini preliminari. Avevamo ironicamente criticato questa aggregazione, che aveva visto l’alternarsi di un Ispettore Capo e un Assistente (quindi un ufficiale e un agente di P.G.), in quanto secondo noi era lesiva della dignità delle funzioni di qualsiasi collega che esplicasse funzioni di polizia, tanto più di appartenenti alla Squadra Mobile.
Dopo il nostro intervento abbiamo ricevuto una telefonata dal Questore di Ancona con la quale lo stesso ci annunciava, che avrebbe al più presto parlato con il Procuratore per risolvere la questione.
Con questa convinzione il giorno 15 novembre siamo usciti con un sobrio comunicato, dove annunciavamo di fatto il termine dell’aggregazione.

Sabato la segreteria per conto del Dirigente ha annunciato al nostro Segretario di Sezione della Squadra Mobile che da lunedì sarebbe stato aggregato in Tribunale a svolgere gli adempimenti previsti dall’art. 415 bis del cpp

L’analisi della situazione è chiara. Anche assumendoci, per assurdo, la responsabilità di aver compreso male le parole del Questore proferiteci al telefono, resta un fatto inequivocabile. L’Amministrazione non solo ritiene giusta la sua scelta che, ribadiamo, squalifica il personale di Polizia del ruolo ordinario e della Squadra Mobile in particolare, ma vuole lanciare un chiaro messaggio muscolare al Sindacato.

Accettiamo la sfida, ma non sul dequalificante terreno della ripicca o della rissosa contrapposizione, ma su quello della forza dei principi e delle argomentazioni che li supportano.

Dato che il Sindacato non ha per interlocutore la sola Amministrazione periferica, spiegheremo le nostre ragioni al Dipartimento e all’Opinione Pubblica, non escludendo fin d’ora un volantinaggio davanti al Tribunale per portare solidarietà alla loro carente situazione organizzativa, ma ribadendo con forza che la soluzione dei loro problemi non può avvenire a discapito dei poliziotti della Squadra Mobile.

Per lunedì e martedì abbiamo convocato la Segreteria Provinciale allargata al nostro Segretario di Sezione della Squadra Mobile, dove decideremo le forme e i tempi delle iniziative che andremo ad intraprendere.

E’ naturale che il nostro rappresentante al termine dell’impegno sindacale, darà esecuzione all’ordine impartitogli, che ci permetterà, nel rispetto dell’attuale normativa, di percorrere, eventualmente, anche la via della tutela giurisdizionale.

Per ultimo ci consentiamo una provocazione. Siccome l’aggregazione ci è stata prospettata come un dovere della Polizia Giudiziaria e dato che sotto questa veste la legge prevede solo due qualifiche, Ufficiale ed Agente di P.G., suggeriamo all’Amministrazione, qualora volesse perseverare nell’aggregazione, di adottare un criterio di rotazione tra tutto il personale della Squadra Mobile che riveste le due qualifiche, nessuno escluso. Questo forse ci farebbe ricredere dalle nostre monolitiche convinzioni.


Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Lascia un Commento

È possibile utilizzare these tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>