Viabilità

Questura e Polizia Stradale le criticità

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

COMUNICATO STAMPA

Dal recente Congresso Provinciale, da tutte le assemblee sui posti di lavoro della provincia è venuta fuori una certezza. La crisi economica e la mancanza di scelte sta portando il sistema sicurezza alla paralisi. La benzina è stata razionata e se non arrivano i fondi basterà fino a fine mese. Di fatto vi è un blocco del turn over e Ancona viene penalizzata in quanto i trasferimenti si contano sulle dita di una mano e non bastano neanche lontanamente a coprire i vuoti di chi va in pensione. In Questura sono fuori uso da mesi gran parte degli ascensori per mancanza di fondi, alla Polizia Stradale non vi sono macchine sufficienti per far uscire le pattuglie. Carta per fotocopie, pulizie, tutto oramai ha superato la soglia minima di funzionalità.

Sia a livello centrale che periferico abbiamo indicato la strada da percorrere. Rivisitazione della legge 121/81, reale coordinamento tra le forze di polizia, rivisitazione dei presidi sul territorio, accorpamento per funzione, invece delle attuali duplicazioni.

A livello locale abbiamo individuato nella Questura e nella Polizia Stradale le due criticità su cui interventi di razionalizzazione organizzativa non sono più rimandabili.

Per quanto riguarda la Questura il servizio di 113 Volanti è quello che risente di più della mancanza di turn over e di una razionalizzazione delle risorse umane. Questo si riverbera in maniera negativa sia sui diritti del Cittadino, meno Volanti sul territorio nelle 24 ore fino ad arrivare a solo un equipaggio di 2 poliziotti per turno, che sui diritti del poliziotto, quali riposi, congedi, aspirazioni a nuovi incarichi e sicurezza negli interventi.

In Questura, inoltre, il personale addetto agli altri compiti istituzionali delle due Divisioni: Anticrimine e Amministrativa Sociale e Immigrazione è oramai ai limiti della fungibilità. Infatti oltre ai carichi di lavoro del proprio ufficio sono quelli che garantiscono l’ordine pubblico, gli accompagnamenti e le sostituzioni in tutti gli altri servizi propri della Questura.

Per quanto riguarda la Polizia Stradale il fatto che la pattuglia di Senigallia debba rilevare un incidente in Ancona città la dice lunga, sullo stato di salute del coordinamento con le altre forze di Polizia, quella Locale in testa. Un’ eccessiva burocratizzazione di alcuni uffici quali il Compartimento, la penuria di autovetture sono gli altri ambiti d’intervento in cui a livello locale si potrebbe intervenire.

Noi crediamo che il Diritto alla Sicurezza del Cittadino e i diritti del personale di polizia siano due obiettivi che si possono coniugare, incidendo su una migliore razionalizzazione del personale e degli strumenti a disposizione.

Gli spazi ci sono e sia il Questore che il Dirigente della Polizia Stradale Marche devono fare le loro scelte, altrimenti dicano chiaramente che il Diritto alla Sicurezza e i diritti dei poliziotti non rientrano tra le loro priorità.

Per quanto ci riguarda ci assumeremo le nostre responsabilità già dai prossimi incontri fissati, dove in Questura si dovranno contrattare gli orari per aumentare le pattuglie (che ricadranno sempre sugli stessi uomini) nella fascia oraria serale/notturna e alla Polizia Stradale si dovranno ridiscutere i nuovi orari di servizio.

Stiamo valutando, inoltre, le modalità con cui attuare una campagna informativa verso la cittadinanza sullo stato reale della Sicurezza, degli sprechi che vi sono.


  Rassegna stampa di venerdì 7 ottobre 2011


Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Lascia un Commento

È possibile utilizzare these tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>