QUESTURA: “Credibilità!?”

C O M U N I C A T O

Ve lo immaginate se la delegazione sindacale si presentasse ad incontri ufficiali vestiti come Babbo Natale o in bermuda e canottiera o in qualsiasi altro vestito che il comune senso potrebbe definire poco appropriato per l’occasione?

Ve lo immaginate se in incontri ufficiali, previsti per i vari istituti contrattuali, dove si procede anche alla verbalizzazione delle posizioni, il Sindacato parlasse e verbalizzasse del crollo della produzione cerealicola nei Paesi subsahariani e degli effetti indiretti che potrebbe avere sull’ordine e sicurezza pubblica in Italia?

Ve lo immaginate se l’Amministrazione chiedesse il nominativo dei componenti delle Commissioni Provinciali di disciplina e di quelle paritetiche e il Sindacato nominasse formalmente Paperino, Topolino e Minnie?

Tutto ciò oltre ad un problema con chi si rappresenta creerebbe senz’altro un problema di credibilità.

Quale interlocutore continuerebbe a trattare, mediare, confrontare le proprie idee, raggiungere accordi con chi si ritiene per nulla credibile? Al di la della credibilità personale, che, comunque, non è cosa secondaria, verrebbe meno la credibilità della funzione.

Certamente la nostra premessa è un approccio dialettico paradossale, per introdurre un problema che sta diventando centrale nei rapporti tra il Questore e il Sindacato.

Nelle ultime due verifiche semestrali, vi sono stati comportamenti che hanno assunto significati e valenze completamente diversi dalle questioni di merito da cui sono nate e che secondo noi stanno minando la credibilità di tali istituti.

Quest’ultima è la condizione imprescindibile per qualsiasi tipo di rapporto istituzionale; la nostra è passata attraverso il buon senso, la pacatezza dei toni, la responsabilità del ruolo, il rispetto verso le persone e le procedure e per ultimo, ma non d’importanza, attraverso il rispetto della funzione del nostro interlocutore.

Se qualcuno avesse scambiato ciò per nostra debolezza o ignavia, crediamo che non sia sulla strada giusta per inquadrare e risolvere la problematica.


Lascia un Commento

  

  

  

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.