QUESTURA: Accompagnamenti – Servizi O.P. – Sostituzioni servizi continuativi

C O M U N I C A T O

Abbiamo incontrato l’Amministrazione sia il 27 dicembre che il 12 gennaio u.s. per porre la questione degli accompagnamenti, dei servizi di O.P. e delle sostituzioni nei servizi continuativi, vigilanze e in alcuni casi Volanti.

La stessa ha emanato una disposizione che inizia ad affrontare la problematica, introducendo il concetto della programmazione, rilegata ai soli accompagnamenti

E’ sicuramente un passo in avanti, ma si può e si deve fare di più.

Vi sono dei servizi, che per la loro particolare caratterizzazione, devono essere ripartiti tra tutti gli uffici della Questura, per evitare che il carico si ripartisca solamente su pochi colleghi.

In un momento come questo, dove le risorse umane sicuramente non incrementeranno, bisogna ripensare il sistema organizzativo e non continuare a gestire la quotidianità a consuntivo o a concomitanza rispetto alla problematica.

A seguito dell’assemblea svolta, lunedì 16 gennaio, con i colleghi abbiamo focalizzato i punti strategici della questione:

  • Le priorità all’interno della Questura e Commissariati si chiamano servizi continuativi e l’estrema fungibilità di alcuni colleghi in servizio alle Divisioni.
  • Vi sono dei servizi che, per la loro particolarità istituzionale e per l’incremento di frequenza registrato negli ultimi tempi, devono diventare il minimo comune denominatore che lega tutti gli uffici e colleghi in servizio presso la Questura e le sue articolazioni.
  • Bisogna che l’Amministrazione esca dal letargo gestionale in cui da anni si è rintanata e inizi a distinguere il diritto oggettivamente tale da quello soggettivamente presunto; bisogna che vengano analizzate e azzerate le rendita di posizione che invertono i termini di una corretta gestione del personale.

Su questi temi abbiamo chiesto un incontro formale con il Questore.


Lascia un Commento

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.