Polizia Stradale di Ancona: «Andamento lento… anzi… a passo di gambero!» – Alla stradale di Ancona non ci sono più i pattuglianti…

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Non la riteniamo una buona gestione del lavoro quella offerta dall’attuale dirigenza della Polizia Stradale di Ancona.

È passato poco più di un anno da quando la dott.ssa ROMAGNOSI, reggente del Compartimento di Ancona, in diversi atti ed incontri ufficiali con le OO.SS., garantiva che le carenze della Sala Operativa COC di Ancona sarebbero state sopperite assegnandovi tutto il personale che sarebbe stato trasferito in questa sede. Negli anni tutti hanno riconoscono l’esistenza della problematica ma nessuno vi ha mai posto un rimedio strutturale.

Oggi siamo al paradosso… l’attuale dirigenza non solo non vi assegna il personale che arriva, col contagocce, da altre sedi, ma trasferisce in altri uffici anche quello che vi presta servizio o che potrebbe essere impiegato in quell’ufficio per sopperire alle croniche carenze di organico.

In più, le sostituzioni/integrazioni al COC vengono effettuate prioritariamente (per non dire esclusivamente) con personale pattugliante.

Una politica gestionale che porta alla diminuzione delle pattuglie sul territorio, uno scontento tra il personale ed a delle violazioni contrattuali come la mancata informazione successiva sui movimenti interni.

Il SIULP denuncia la mancanza di qualsiasi strategia organizzativa che ponga al centro della propria azione il servizio al cittadino.

Le scelte della dirigenza di eliminare pattuglie sul territorio per sopperire alle carenze della sala operativa producono l’effetto contrario a quanto più volte dichiarato in pubbliche occasioni sia dal Ministro dell’Interno che dal Capo della Polizia, Prefetto Gabrielli. La percezione di sicurezza, infatti, è l’obiettivo al quale si guarda in questo particolare momento storico e che si raggiunge soltanto aumentando la visibilità di divise sul territorio, non di certo togliendole dalla strada per metterle “in ufficio”.

Il SIULP segnalerà questa incongruenza agli organi preposti, se del caso pubblicamente, evidenziando come alla stradale di Ancona vengano disattesi tanto gli accordi raggiunti con le OO.SS. quanto le indicazioni provenienti dalle altissime cariche istituzionali appena citate.

Oramai tutto il peso dei servizi di controllo del territorio della Polizia Stradale nella provincia di Ancona ricade esclusivamente sui tre distaccamenti periferici (Jesi-Senigallia-Fabriano), obbligando le pattuglie degli stessi a coprire tratte stradali sempre più lunghe con disagi per gli utenti e per gli operatori di polizia.

Emblematico è il caso delle pattuglie miste tra distaccamenti per sopperire ad un servizio d’istituto.


Condividi
Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Lascia un Commento

È possibile utilizzare these tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>