POLARIA: “Un Ufficio preso in ostaggio e mobbizzato”

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Partiamo dall’ultimo evento: il commissariamento della Polaria da parte del Dirigente, realizzato con la recente direttiva scritta con la quale avoca a sé la gestione quotidiana dell’ufficio.

Infatti le richieste del personale, i servizi e tutto quanto incide su di essi sarà gestito scavalcando la linea di comando presente alla Polaria.

E’ un fatto grave che ha evidenti ripercussioni su molteplici aspetti tra i quali primeggia la vita lavorativa e privata dei colleghi.

Un Ufficio non può essere gestito per fax, email e senza una presenza che si assuma responsabilità; che significa adattare, all’interno di una cornice di regole, le esigenze dei colleghi con quelle di servizio, in una continua ricerca di equilibrio che solo l’elemento umano presente e nella pienezza delle sue prerogative può garantire.

Inoltre, un Ufficio non può essere preso in ostaggio da qualcuno o esserlo di qualcosa; perché così si evidenzierebbe una latitanza della funzione dirigenziale che per sua stessa natura non rifugge dalle problematiche o si nasconde sotto la sabbia, ma affronta le questioni sciogliendo i nodi da cui esse scaturiscono. Il permettere che l’estremizzazione di situazioni personali di pochi incidano sui diritti di molti non è certo buona gestione del personale.

Ci piace anche sottolineare che le regole, poste a garanzia dei colleghi, non possono diventare uno strumento per vessarli; permettere questo significa mobbizzare il personale. Su questo punto pungoleremo l’Amministrazione che, comunque, avrà la massima collaborazione da parte nostra se vorrà affrontare costruttivamente le problematiche; solo un sindacalismo troglodita o asservito ad interessi esclusivamente personali può pensare che i c.d. diritti disponibili possono essere usati alla Tafazio.

Le undici ore di stacco tra un servizio e l’altro, la ripetizione dello stesso turno in giorni attigui, l’introduzione di turni anomali sono, o singolarmente o attraverso la contrattazione sindacale, strumenti che si possono forgiare sui legittimi interessi dei colleghi; lo faremo unitamente alle sigle sindacali che hanno a cuore la vivibilità dell’Ufficio e i diritti dei colleghi che vi lavorano.

Come primo passo, chiederemo formalmente un incontro con il Dirigente, valutando al termine dello stesso le eventuali iniziative da intraprendere.


Condividi
Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Lascia un Commento

È possibile utilizzare these tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>