MOVIMENTI INTERNI – Stessi diritti per tutti

Caro collega,

c’è chi si muove da un ufficio ad un altro e chi come te rimane sempre nello stesso posto… e con lo stesso sindacato che fa le solite promesse.

Sono strane le logiche dei movimenti interni, c’è chi fa domanda di trasferimento e non viene accontentato e chi … non la fa e viene trasferito.

I MOVIMENTI INTERNI SONO PREROGATIVA DELL’AMMINISTRAZIONE ED E’ PER QUESTO CHE RINGRAZIAMO IL QUESTORE PER AVERCI COINVOLTO NELLA RIUNIONE DEL 22 SETTEMBRE U.S. SU TALE ARGOMENTO.

Finalmente un Questore che cerca di chiarire le regole al fine di concedere ai colleghi l’opportunità di esercitare gli stessi diritti… pur riservandosi una propria autonomia gestionale. C’è chi, su tale apertura, continua a tutelare sempre gli stessi ed a preservare il proprio “orticello”.

Un Esempio per chiarire:

Arrivo e vengo assegnato in Questura, all’U.P.G.S.P. (turni continuativi) e, immediatamente, faccio la domanda di trasferimento interno per 4 uffici (turni non continuativi).

Dopo qualche tempo vengo accontentato. Mi mandano all’Anticrimine.

Non mi trovo bene… che faccio?

  1. Rimango nel nuovo ufficio, faccio una nuova domanda di trasferimento e mi metto in “coda” nuovamente, nel rispetto di chi ancora non è stato accontentato;
  2. Torno nel precedente ufficio visto che nel nuovo non mi trovo e produco una nuova istanza per essere nuovamente movimentato, perdendo l’anzianità di domanda visto che l’Amministrazione mi aveva già accontentato.
  3. Rimango nel nuovo ufficio, “lontano” dai turni continuativi che intanto continuano a farsi altri e aspetto che mi accontentino di nuovo, visto che ritengo ancora valide (e che qualche sindacato avvalla) le preferenze espresse per gli altri 3 uffici mantenendo l’anzianità di domanda.

L’esempio tende a chiarire il motivo della convocazione che ci ha fatto l’Amministrazione.

Valutate Voi, oggettivamente, cosa è più giusto e cosa ha scelto per Voi il Vostro Sindacato (leggete i comunicati).

La posizione del SIULP:

Il SIULP ritiene che l’anzianità di domanda si perda ogni qualvolta il collega abbia visto soddisfatta una delle proprie aspirazioni, come avviene, in analogia, per i movimenti nazionali.

Questo per dare la possibilità a tutti di avere gli stessi diritti e di poter realizzare le proprie aspirazioni professionali. Se non fosse così, sarebbe avvantaggiato sempre colui che produce la domanda prima di altri, per più uffici, ed il “sistema” si fermerebbe per le idee poco chiare di un singolo collega ai danni di tutti gli altri.

Diventerebbe una “gara” a chi consegna prima la domanda, tale da permettere il movimento da un ufficio ad un altro, facendo il salto del canguro, e penalizzare chi come “te” rimane sempre spettatore dalla stessa “poltrona”…, lasciandoti la sola possibilità di lamentarti.

Il SIULP ritiene che le azioni dell’Amministrazione devono essere trasparenti, pur nella propria autonomia decisionale, come altrettanto chiare devono essere le idee del collega… non può esistere nessun sindacato che, fino all’ultimo, cerca di tutelare alcuni privilegi facendoli passare come diritti.

La vera attività Sindacale è quella che garantisce a tutti i colleghi pari opportunità.

“Non stiamo scoprendo l’acqua calda” come ha detto il Vicario in sede di incontro, infatti, tale regola Noi la davamo già per assodata.

Una posizione chiara che non dà adito ad interpretazioni e non alimenta malcontento.

Ecco perché, tornando alle opzioni proposte a titolo di esempio, riteniamo condivisibili quelle “A” e “B” ma non quella “C” poiché, al fine delle movimentazioni interne verrebbero accontentati sempre gli stessi colleghi.

Sulla questione prima assegnazione dei colleghi trasferiti alla Questura di Ancona, il SIULP ritiene condivisibile la posizione dell’Amministrazione nell’assegnare ai Servizi Vari del Gabinetto i nuovi arrivati, restando nell’ottica di definire meglio il loro impiego e valutare, prioritariamente e nel breve periodo, le sostituzioni dei colleghi turnisti.

Il SIULP a garanzia di TUTTI.


Allegati:

MOVIMENTI INTERNI - Stessi diritti per tutti
Titolo: MOVIMENTI INTERNI - Stessi diritti per tutti
Descrizione: COMUNICATO
Dimensione: 287 KB

Lascia un Commento

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.