Manifestazione davanti alla Prefettura di Ancona – CHIUSURA PRESIDI: “Continua la nostra battaglia”

In mattinata, alle ore 8, una nostra delegazione ha incontrato il Sindaco di Fabriano e quello di Sassoferrato per poi ritornare in Ancona a manifestare davanti alla Prefettura in concomitanza della prevista riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

Dal Comitato non trapelano indiscrezioni anche se la speranza è quella che prevalga una valutazione ponderata che ascolti sia le esigenze dei cittadini che quelle dei poliziotti e che non tutto si riduca ad una mera esecuzione di un ordine, camuffato da parere, calato dall’alto.

Il sospetto è che, questo taglio dei presidi, sia una foglia di fico con la quale la Burocrazia Ministeriale cerchi di evitare la vera e auspicabile spending review che nelle prossime settimane sarà all’ordine del giorno del nuovo Governo. Ci auguriamo che quest’ultima incida veramente sugli sprechi che l’apparato sicurezza produce e che si chiamano: parcellizzazione dei centri spesa, mancata unificazione funzionale delle Forze di Polizia, ipertrofia degli apparati Ministeriali.

Altro che tagliare pochi presidi sul territorio di scarsa rilevanza economica, ma di grande impatto sulla sicurezza dei cittadini e dei territori.

Il SIULP restando sempre in attesa che il Prefetto fissi l’incontro richiesto e il Questore risponda alle domande che gli abbiamo posto pochi giorni fa, ha fissato un giro d’incontri con le Forze Sociali e politiche provinciali e regionali.

Abbiamo calendarizzato, inoltre, una serie di iniziative sul territorio che partiranno con una raccolta firme, tramite banchetti che saranno allestiti nelle piazze dei Comuni interessati.


  Rassegna stampa di giovedì 27 febbraio 2014


Lascia un Commento

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.