DIGOS: antiterrorismo ed ordine pubblico le priorità – Incontro con il Questore CAPOCASA

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Oreste CAPOCASA - Questore di AnconaIn data 27 maggio u.s. la Segreteria Provinciale (Bufarini-Girolimini-Mulloni) ha incontrato il Questore di Ancona.

Oggi ci troviamo di fronte, nei fatti, ad un ulteriore depotenziamento della DIGOS, dovuto alla mancanza, a vario titolo, di 4 persone, che vanno ad acuire la oramai cronica carenza di personale.

In un periodo dove le esigenze di antiterrorismo e di ordine pubblico condizionano pesantemente le vicende politiche ed istituzionali della nostra società e naturalmente, quelle dei cittadini, non possiamo rischiare di farci trovare "impreparati". La nostra preoccupazione è che, oltre all'inevitabile aumento dei carichi di lavoro, si vada ad incidere su istituti come i cambi turno e gli straordinari, con il rischio che il collega si ritrovi "oltre al danno la beffa" ossia che non gli venga remunerato quanto dovuto …

Per tali motivi, abbiamo chiesto al Questore, in attesa di trasferimenti, la possibilità di valutare delle aggregazioni che avrebbero, secondo Noi, un duplice scopo:

  • dare ai colleghi interessati la possibilità di "farsi conoscere" ed effettuare un'attività operativa diversa in un Ufficio ambito come la Digos, con conseguente crescita professionale e personale;
  • sopperire alle difficoltà operative attuali.

Il Questore, condividendo l'analisi fatta, valuterà ogni possibile soluzione per dare seguito alle nostre richieste.

L’occasione inoltre ci è stata utile per affrontare nuovamente alcuni argomenti che il SIULP segue da tempo con particolare attenzione e, infine, di richiedere l’introduzione di una “novità” in relazione alla trasparenza della graduatoria di mobilità interna del personale:

  • Commissariato di Jesi: nuovo stabile.

Il Questore, nelle prossime settimane, convocherà tutti i sindacati affinché, insieme, si effettui un sopralluogo nella nuova struttura di Jesi allo scopo di illustrare le scelte fatte e condividere quelle ancora da realizzare.

  • Movimenti interni: il Questore ha assicurato un imminente reintegro di personale al Commissariato di Jesi e Senigallia.

Il personale neo assegnato alla Questura di Ancona, andrà, se non esentato a vario titolo, a rinforzare l'Ufficio Volanti.

  • Art. 12 Anq: esenzione dai turni serali e notturni.

La materia è complessa e delicata, comunque, abbiamo chiesto di dare corso alle domande, attualmente in giacenza, presentate dai colleghi per ottenere il beneficio di cui sopra, ma a cui, ad oggi, non è stata data risposta.

Lo "sbocco" delle domande è necessario, come pure dare seguito alle richieste del personale, come prevede l'attuale normativa.

Il Questore ci ha assicurato un intervento tempestivo.

  • Commissariato di Osimo: arretrato Ufficio Armi e turni Sq. Volante.

Abbiamo nuovamente segnalato la necessità di intervenire tempestivamente per sopperire alla carenza di inserimenti e di arretrato dell'ufficio Armi (arretrato dal 2010). Inoltre abbiamo formalmente chiesto di valutare la possibilità di inserire una turnazione diversa dal turno in quinta per il personale delle Volanti, poiché la difficoltà di gestire tale turno va ad incidere negativamente sui diritti dei colleghi.

Il Questore valuterà un tempestivo intervento per sopperire alle difficoltà dell'Ufficio Armi, mentre, per quanto riguarda la possibilità di una nuova turnazione, ha detto che, attualmente, non può privarsi di nessun quadrante orario, ma farà in modo di contemperare al meglio i diritti dei colleghi con le esigenze operative.

  • Amministrazione Trasparente: graduatorie e mobilità interna.

In riferimento alla recente normativa che disciplina la trasparenza nella Pubblica Amministrazione, abbiamo formalmente richiesto che, anche da Noi, le graduatorie interne per i singoli Uffici della Questura e dei Commissariati siano pubbliche.

Siamo convinti che ogni collega abbia il diritto di conoscere la propria posizione e la graduatoria completa di ogni singolo Ufficio dove ha prodotto l'istanza; tutto ciò ai fini di una totale trasparenza e per evitare spiacevoli episodi verificatisi in occasione degli ultimi movimenti interni. Qualche Dirigente, autonomamente, si è permesso di "redigere" un quadro delle aspirazioni del personale per il "proprio" Ufficio. Riteniamo che le violazioni, in tale caso siano molteplici: la totale autonomia rispetto alle politiche del Questore, la "ipotetica" fuga di notizie da parte dell'Ufficio del Personale, e l'inopportunità a contattare il personale interessato senza autorizzazione.

Visto che ogni collega ha diritto di scegliere liberamente il proprio percorso professionale o le proprie ambizioni lavorative, nei tempi e nei modi che ritiene più opportuni, senza intromissione/pressione di alcuna.

Tale "innovazione" inerente la pubblicazione delle graduatorie da parte dell'Amministrazione non andrà minimamente ad incidere sull'autonomia decisionale del Questore che, Lui e solo Lui, potrà naturalmente scegliere di trasferire chi ritiene più idoneo per quell'Ufficio, ma farà si che il collega "escluso" possa meglio verificare o far verificare le motivazioni che hanno portato a tale scelta.

Questione, appunto, di trasparenza.

La massima disponibilità al dialogo, l'attenzione e la condivisione delle problematiche da parte del Questore sono di buon auspicio affinché si possa lavorare bene e nell'interesse dei colleghi.


Condividi
Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Allegati:

COMUNICATO
Titolo: DIGOS: antiterrorismo ed ordine pubblico le priorità - Incontro con il Questore CAPOCASA
Descrizione: COMUNICATO
Dimensione: 94 KB

Lascia un Commento

È possibile utilizzare these tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>