Viabilità

Criteri di impiego in Ordine Pubblico e sicurezza degli operatori di Polizia

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Sono mesi ormai che lanciamo l'allarme sicurezza.

Taglio dei presidi, mancato turn-over, blocco dei contratti …

In questi giorni, constatiamo l'abbandono dei poliziotti da parte della propria Amministrazione.

La riunione che si è tenuta in data 6 novembre u.s. tra i vertici del Dipartimento P.S. e le Organizzazioni Sindacali per discutere sui protocolli operativi per il personale della Polizia di Stato nei casi di uso legittimo della forza ha evidenziato una forte distanza tra le due compagini.

La bozza fornita alle OO.SS. invece di andare nella direzione delle esigenze di chiarezza e tutela richieste dai poliziotti, ribadisce esclusivamente cosa è già previsto dal TULPS, dal codice penale e quello di procedura penale, senza alcuna indicazione su come affrontare e risolvere le criticità che quotidianamente Noi Poliziotti siamo costretti ad affrontare per effetto della imponderabilità del servizio che svolgiamo.

La volontà del Dipartimento sembra quella di avere più strumenti per punire i poliziotti e per autoassolversi rispetto ad eventuali criticità connesse alle richieste risarcitorie avanzate all’Amministrazione in sede civile.

Per questi motivi, anche alla luce di quanto accaduto a Brescia, Massa Carrara, a Napoli e da ultimo a Rimini dove i poliziotti e gli altri Appartenenti alle Forze dell’Ordine sono stati oggetto di aggressione dei soliti professionisti del disordine poiché è stato impartito l’ordine di non reagire a qualsiasi costo e di rimanere passivamente fermi, riteniamo di dover respingere al mittente la proposta elaborata dal Dipartimento della P.S..

Il Siulp Ancona, evidenzia che il XIV Reparto Mobile di Senigallia, recentemente impiegato a Rimini, è stato oggetto di quella gestione, quantomeno criticabile, figlia ed espressione di una volontà dei vertici del Dipartimento P.S. poco sensibile a tutelare l'incolumità dei proprio operatori.

I colleghi hanno dovuto subire insulti, sputi, lancio di uova e respingere un "attacco" al cordone di sbarramento che stavano effettuando senza aver potuto reagire. Ci chiediamo quindi se sia normale "scaricare" sugli operatori delle forze dell'Ordine questo tipo di pressioni a discapito della propria incolumità ed a discapito di chi pacificamente vorrebbe manifestare il proprio pensiero.

Oggi il punto di partenza deve essere quello di ridare dignità alla funzione ed al ruolo che svolgiamo a garanzia di tutte quelle persone oneste che credono nelle Istituzioni. Nel nostro ma più genericamente, in tutti i campi, abbiamo bisogno di CERTEZZE.

Per tali motivi, “autorizzare” i manifestanti a sputare, insultare, imbrattare i colleghi al solo fine di dire “il servizio è andato bene” non è più tollerabile.

Non vogliamo uno Stato che ricerchi nei proprio operatori il capro espiatorio per i propri insuccessi. Vogliamo veder riconosciuta la nostra professionalità ed il nostro impegno quotidiano, dando al cittadino certezze e condannando, senza se e senza ma, chi sbaglia, per ridare dignità alla funzione ed al ruolo che svolgiamo a garanzia di tutte quelle persone oneste che credono nelle Istituzioni.

Auspichiamo che, nella prossima riunione del 19 novembre p.v., convocata per discutere sulle istruzioni operative per il personale della Polizia di Stato nei casi di uso legittimo della forza, si facciano passi in avanti a tutela dei poliziotti ed a garanzia dei cittadini.


Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Allegati:

Criteri di impiego in Ordine Pubblico e sicurezza degli operatori di Polizia
Titolo: Criteri di impiego in Ordine Pubblico e sicurezza degli operatori di Polizia
Descrizione: COMUNICATO STAMPA
Dimensione: 128 KB
Criteri di impiego in Ordine Pubblico e sicurezza degli operatori di Polizia
Titolo: Criteri di impiego in Ordine Pubblico e sicurezza degli operatori di Polizia
Descrizione: RASSEGNA STAMPA di lunedì 17 novembre 2014
Dimensione: 317 KB

Lascia un Commento

È possibile utilizzare these tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>