Viabilità

Commissione Automezzi

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Dopo un lungo periodo di pausa dovuto all’insediamento del nuovo Vicario, il giorno 22 novembre u.s. si è riunita la Commissione Automezzi.

I lavori sono iniziati con la trattazione degli argomenti di natura tecnica inerente la gestione ordinaria degli automezzi, i criteri di assegnazione delle autovetture di nuova immatricolazione e sull’iter burocratico delle autovetture confiscate a seguito di provvedimenti scaturiti da operazioni di P.G. messi in atto da tutti gli uffici della provincia, seguiti da una nota polemica da parte di un componente sindacale al quale l’Amministrazione ha precisato con chiarezza e professionalità, mettendo a conoscenza di tutti i componenti presenti, le varie procedure giornaliere per la manutenzione del parco veicolare, le disposizioni ministeriali in materia di assegnazione di nuove autovetture e di quelle relative ai mezzi confiscati.

La Commissione, nella persona del componente SIULP, ha cercato di smorzare l’approccio polemico invitando tutti i componenti ad usare la Commissione come uno strumento propositivo dove entrambe le parti, rappresentanti dell’Amministrazione e rappresentanti Sindacali, devono cercare di migliorare attraverso proposte concrete le condizioni professionali di tutti gli uffici della Provincia al fine di avere una Pubblica Amministrazione sempre più presente ed efficiente.

A tal proposito lo stesso rappresentante SIULP, entrando nei dettagli in quanto in servizio c/o l’ufficio Motorizzazione della Questura, ha messo in luce che le autovetture adibite al servizio di volante, Alfa Romeo 159, sono numericamente insufficienti a garantire il servizio perché su un’assegnazione totale di 14 unità, 3 o 4 di queste, in media, sono costantemente ricoverate c/o le officine esterne per inefficienze meccaniche e oltretutto le stesse vengono impiegate anche per gli accompagnamenti di cittadini extracomunitari espulsi dal territorio nazionale.

Proseguendo, si è precisato che prima dell’arrivo delle Alfa 159 il servizio di volante veniva svolto con le Fiat Marea e, nell’ambito provinciale, vi fu un’assegnazione di 33 unità contro le attuali 14 a causa dei tagli a livello centrale.

Lo stesso rappresentante, dunque, proponeva di segnalare quanto evidenziato e di valutare la possibilità di richiedere formalmente un’ulteriore assegnazione di autovetture per il servizio di volante o la sostituzione di parte di esse con autovetture che siano maggiormente efficienti.

Per quanto invece riguarda le autovetture della Polizia Stradale, il componente SIULP segnalava che le autovetture adibite a tale servizio sono maggiormente affidabili ma numericamente insufficienti in quanto per poter garantire un adeguato servizio , la locale Sezione Polstrada necessiterebbe di un’ulteriore assegnazione di almeno 5 o 6 autovetture.

Altra proposta veniva fatta dallo stesso delegato per ciò che concerne le immatricolazioni dei veicoli confiscati dalla locale Polmare. La direttiva ministeriale in materia dice che le immatricolazioni delle auto confiscate devono avere particolari requisiti uno dei quali è il collaudo obbligatorio da parte dell’Autocentro della Polizia di Stato competente.

Di fronte a tale direttiva il delegato SIULP ha proposto che l’Autocentro competente in sede di collaudo venga sensibilizzato ad una particolare attenzione alle esigenze operative degli uffici investigativi i quali necessitano, per particolari tipologie di servizi, di auto di copertura con caratteristiche appropriate.

Le proposte formulate sono state inizialmente sminuite dai rappresentanti dell’Amministrazione asserendo che le problematiche evidenziate sussistono su scala nazionale e che la Commissione non è in grado di poter avanzare tali richieste all’Amministrazione centrale perché esiste già un piano di ripartizione automezzi e che la Commissione non può entrare nel merito dei collaudi dell’Autocentro.

I componenti di parte Sindacale non accettando una simile presa di posizione hanno fatto capire che ciò che si è esposto è una fotografia della realtà e, anche se la Commissione non ha il potere di risolvere in tempo reale i vari problemi, quantomeno ha il dovere di proporre eventuali iniziative volte a risolvere una comprovata situazione di disagio.

Infine la maggioranza dei rappresentanti dell’Amministrazione si sono mostrati sensibili alle proposte avanzate dai delegati sindacali.

In conclusione il componente del SIULP invitava gli altri rappresentanti sindacali ad assumere nei prossimi incontri, un atteggiamento propositivo anziché di controllo in quanto la Commissione è l’unico strumento attraverso il quale, con proposte e suggerimenti, si può tentare di sanare situazioni precarie e migliorare le condizioni professionali di tutti i poliziotti.

Si spera ora che l’Amministrazione attui con celerità le proposte fornite e condivise dalla maggioranza dei componenti della Commissione.


Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Lascia un Commento

È possibile utilizzare these tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>