COMMISSARIATO DI P.S. DI SENIGALLIA – La carenza di personale incide sulla salute dei colleghi e sulla qualità del servizio al cittadino

Ci troviamo continuamente a denunciare le carenze di organico e di mezzi, che producono sicuramente disagio ai poliziotti e che si traducono in disservizio per i cittadini.

Proprio in questi ultimi mesi il SIULP, ha sensibilizzato le Istituzioni e l'Amministrazione, sia a livello centrale che periferico, sul pericolo che un continuo depotenziamento del sistema sicurezza, mezzi, strumenti, risorse e turn-over, possa incidere considerevolmente e negativamente sulla sicurezza reale e percepita del cittadino e conseguentemente, tradursi in un maggior carico di lavoro per i colleghi.

Questo è quello che temevamo e che puntualmente si è verificato l'altra mattina al Commissariato di P.S. di Senigallia. Una collega di un ufficio aperto al pubblico, è stata colta da malore mentre faceva servizio; a causa della carenza di personale si è avuto difficoltà anche nel sostituirla.

Quando ti trovi a lavorare allo sportello di un ufficio aperto al pubblico, dove una fila interminabile di cittadini aspetta di ritirare/consegnare i propri documenti, se sei solo e non c'è nessuno che ti può sostituire, stare male diventa un lusso che non ti puoi permettere!!!

Sembra assurdo ma è così!

La carenza di personale, aveva già portato il Dirigente dell'Ufficio in questione a limitarne le aperture al pubblico, passando da tre aperture a due settimanali, sopprimendo quella del sabato. Mentre invece, il Ministero, per i permessi di soggiorno, continua a dare appuntamenti nella giornata soppressa! Il tutto a discapito del cittadino che si trova proprio nel mezzo di questo caos organizzativo.

Abbiamo più volte richiesto il potenziamento del Commissariato in questione, ma le scelte gestionali che sono state fatte non ci hanno assolutamente soddisfatto.

Solo un collega è stato aggregato per tutta l'estate per rinforzare il controllo del territorio della spiaggia di velluto; mentre, come più volte denunciato, quattro colleghi del Reparto Mobile di Senigallia lasciano la città e vanno a rinforzare il controllo del territorio in provincia di Venezia. Nuovamente assurdo!

Per non parlare poi della scelta, secondo il Siulp, irrazionale ed illogica, denunciata formalmente al Questore, di distogliere un caposezione della Squadra Mobile di Ancona per demansionarlo, aggregandolo, ad altro ufficio, per sopperire, ufficialmente, alle carenze di organico. Ci chiediamo se è giusto, anche per un breve periodo, distogliere un professionista delle indagini dal proprio lavoro, quando anche il Procuratore Generale Vincenzo Macrì lancia l'allarme criminalità nella nostra Regione?

Anche a livello centrale stiamo combattendo una dura battaglia, al fine di evitare che il nostro territorio venga depauperato di ulteriori risorse; la settimana scorsa il Siulp anconetano era a Roma per incontrare il Sottosegretario agli Interni l'On. Gianpiero Bocci e rappresentare la necessità di preservare un importate presidio, come il Commissariato di P.S. di Osimo dalla chiusura, come previsto dal piano nazionale per la riorganizzazione dei presidi di Polizia sul territorio.

Oggi, invece, in assenza di risposte chiare ed esaustive ci ritroviamo nuovamente a rinnovare l'appello al Questore di Ancona, affinché, nell'immediato, predisponga un aggregazione di personale per sopperire alle carenze dell'ufficio armi, licenze e permessi di soggiorno del Commissariato di P.S. di Senigallia, senza creare ulteriori disagi né ai colleghi né alla popolazione che altrimenti si vedrebbe costretta a recarsi ad Ancona per il disbrigo di tali pratiche; nel medio periodo, predisponga un piano organico di rinforzo di personale per tale Commissariato, reintegrando le ormai croniche carenze, affinché si possa finalmente raggiungere quel giusto equilibrio tra tutela dei diritti dei colleghi e piena funzionalità degli uffici.


  Rassegna stampa di martedì 12 agosto 2014


Lascia un Commento

  

  

  

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.