COMMISSARIATO DI OSIMO: “Un’anomalia da sanare”

Per varie ragioni, che esulano certamente da chi vi lavora, il Commissariato di Osimo è sempre stato considerato dalla stessa Amministrazione la Cenerentola degli Uffici della provincia.

Pochi uomini, poche risorse e soprattutto poca attenzione su tutto l’universo che vi ruota attorno.

A tutto questo si è aggiunto il Commissariamento ministeriale che dura da svariati anni, che obbligando la presenza di due funzionari, non previsti dai decreti organizzativi, ha gettato di fatto nella più completa impasse l’Ufficio.

Noi crediamo che oggi questa sia un’anomalia che deve esser sanata. Al di là dei fatti accaduti e al di là degli attori.

La scelta di gestire, congelando la situazione, casomai poteva essere una soluzione temporanea, da applicarsi per un breve lasso di tempo, non poteva certo rappresentare la soluzione definitiva.

La piena funzionalità di un Ufficio, per gli aspetti che questo comporta, è la priorità delle priorità.

Dopotutto, la questione si riduce ad una sentenza da rispettare e non da aggirare.

Inoltre, l’intera vicenda ha dei costi a carico della collettività che riteniamo un vero e proprio spreco di denaro pubblico.

Per noi, tale problematica diventa un obiettivo strategico, per questi motivi è stata investita la nostra Segreteria Nazionale e inoltrata richiesta formale d’incontro con il Questore ed il Prefetto di Ancona.

Dall’esito di tali incontri si decideranno le iniziative da intraprendere.


Lascia un Commento

  

  

  

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.