Commissariati di P.S. – Straordinario programmato: “Il concetto di Operatività”

In data 11 Giugno u.s. si è svolto un esame congiunto inerente la ripartizione dello straordinario programmato all'interno dei Commissariati di P.S. della Provincia.

Al fine di essere il più precisi possibile alleghiamo uno stralcio del verbale della riunione e lasciamo a Voi la dovuta interpretazione.

Il Segretario del SAP dichiara: "In merito allo straordinario programmato dei
Commissariati distaccati di P.S. si rileva che, mentre in due Uffici, il Commissariato
di Osimo e di Senigallia, lo straordinario è dedicato esclusivamente all'operatività, in
quelli di Fabriano e Jesi è stato parcellizzato in sette settori con progetti generici e
non individuabili. Per quanto esposto si chiede all'Amministrazione di voler chiarire
progetti e finalità dell'azione che si intendere svolgere con lo straordinario
programmato".
Il Vicario del Questore fa presente che interpellerà i Dirigenti dei Commissariati di
Jesi e Fabriano.

L'art. 16 dell'ANQ non prevede che l'Amministrazione, per l'assegnazione dello straordinario programmato, debba scegliere in base all'operatività del collega o dell'Ufficio, ma il suo utilizzo deve essere funzionale alla realizzazione di un progetto mirato ai fini Istituzionali.

E' per questo che abbiamo chiesto un urgente incontro al Questore, per sapere se si sta andando verso una discriminazione funzionale, tentando di classificare i colleghi in OPERATIVI ed in NON OPERATIVI e quali, eventualmente, siano i criteri di selezione.

Inoltre, ribadiremo che, con l'attuale sistema previdenziale, la distribuzione dello straordinario programmato, è utile al personale interessato per incrementare il capitale contributivo che formerà la futura pensione.

Vi terremo informati sull'esito dell'incontro.


Lascia un Commento

  

  

  

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.