Viabilità

Accompagnamenti

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.
(Con una piccola premessa)
Ci abbiamo provato, aprendo la nostra assemblea anche ad altri Sindacati. Ci abbiamo provato fino a ieri cercando un’unità d’intenti su una bozza di comunicato che avevamo inviato al Segretario SAP, ma la logica del 31 ottobre è stata più forte. Il SAP ha ritenuto di strumentalizzare, con un comunicato di aperto contrasto al SIULP, per fini di tessera una nostra giustificata ironia, fatta per altro all’interno di una nostra rubrica disgiunta dai comunicati ufficiali. Noi non crediamo che bisogna ricordare nulla al collega, ognuno è libero di iscriversi e disdettarsi da chi vuole e quando lo desidera. Noi facciamo Sindacato partendo dai problemi dei colleghi e lo facciamo tutti i mesi dell’anno a prescindere dalla data del 31 ottobre. Oggi purtroppo non è praticabile nessuna collaborazione con gli altri sindacati, aspetteremo che ritornino dal mercato per riproporre eventuali convergenze, nell’esclusivo interesse dei colleghi.

Detto questo anche per rispetto dei numerosi colleghi presenti all’assemblea congiunta sugli accompagnamenti andremo avanti sulla linea tracciata dall’assemblea e qui di seguito riportata.

In attesa delle risultanze della Commissione Alloggi di servizio per il personale inviato in missione (art.22 ANQ), riteniamo che il concetto di fruibilità sia una condizione essenziale per stabilire da subito, a prescindere dagli esiti della Commissione, il trattamento di missione con il quale inviare i colleghi di Ancona nelle varie destinazioni dei c.d. servizi di accompagnamento.

Noi crediamo che nella circolare vi siano tre indicazioni chiare e senza dubbi interpretativi:

1. “….II termine "disponibili", riferito alle strutture dell'Amministrazione esistenti presso il luogo di missione, deve comprendere anche l'accezione "fruibile". A tale riguardo e con specifico riferimento agli alloggi si vuole evidenziare che la disponibilità non dovrà essere verificata esclusivamente rispetto alla circostanza che l'immobile sia o meno libero, ma anche al fatto che siano garantiti gli standard necessari riferiti sia allo stato che almeno ai servizi e alle dotazioni previste per la categoria alberghiera di cui all'art. 13 comma T D.P.R. nr. 51 del 16.04.2009….”
2. “……..Pertanto, nella predisposizione dei provvedimenti di invio in missione, con espresso richiamo a quanto previsto dall'articolo sopra citato ed alle indicazioni sin qui fornite, il Dirigente della sede di servizio del dipendente che verrà inviato in missione, sentito il Dirigente della sede di destinazione, è tenuto a verificare, in via preventiva, la possibilità dì utilizzare le strutture dell'Amministrazione per il vitto e idoneo alloggio del personale. ….”
3. “……Effettuata tale verifica, qualora sì accerti l'indisponibilità delle strutture di cui sopra, il Dirigente, avrà cura di individuare il trattamento economico di missione da corrispondere, se quello ordinario con rimborso delle fatture di pernottamenti e pasti o il pagamento della somma forfetaria…”

Alla luce di ciò valuteremo l’opportunità di un nuovo incontro con il Questore o di mettere in campo iniziative diverse. Oltre alle questioni legate alla tipologia di missione porremmo l’accento anche sulle problematiche emerse quali la mancanza di un cellulare di servizio, di telepass ecc..


Circolare missioni – TEP

Commissione alloggi di servizio per il personale inviato in missione (art.22 a.n.q)


Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Lascia un Commento

È possibile utilizzare these tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>