A.A.A. Classe dirigente cercasi

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Abbiamo scelto un titolo provocatorio per fare alcune riflessioni sul momento difficile che sta attraversando la nostra classe Dirigente, che, per forza di cose, si ripercuote sulla funzionalità di tutta l’Amministrazione.

Il nostro non vuole esser un atto di accusa generalizzato, che non renderebbe merito ai molti che svolgono al meglio il proprio ruolo, ma è indiscutibile che in qualsiasi organizzazione la classe Dirigente funge da cervello dell’intera macchina organizzativa e in un meccanismo così delicato e vitale, il malfunzionamento di un solo snodo si ripercuote su tutto il sistema.

Recentemente un alto funzionario durante una trattativa sindacale esordiva, davanti ad alcune presunte e ridicole difficoltà, con un classico di altri tempi, ma io mi metto in malattia. Sempre recentemente abbiamo dovuto annotare comportamenti imbarazzanti, rispetto alla funzione rivestita, di chi gestisce un Ufficio con il metro della ripicca e dell’infantile ritorsione a legittime richieste.

Oramai si oscilla tra le due posizione estreme: o siamo davanti all’immobilismo più completo o all’irrazionale autoritarismo.

Purtroppo sembra scomparsa l’autorevolezza che si costruisce con il fare e il saper fare; non ci piace una Dirigenza “piaciona” che dice sempre si a tutti, aggirando i nodi da sciogliere; così come non ci piace una Dirigenza arrogante che si trincera dietro al rapporto gerarchico vivendolo come scudo alle proprie inefficienze, invece che strumento di funzionalità organizzativa.

Noi riconosciamo alla Dirigenza il diritto/dovere di fare scelte rispetto alle priorità individuate, attraverso il processo democratico dell’ascolto e confronto che comunque, fuori dai casi espressamente previsti per legge, non può che essere preparatorio a quello decisorio che va sempre esercitato e di cui si è pienamente responsabili.

Troppo spesso si cerca di giustificare la propria inoperosità dietro l’ingerenza sindacale, ma questa è una puerile e falsa giustificazione che copre meno di una foglia di fico. La filiera di comando ha tutte le leve per poter gestire, amministrare, decidere, risolvere, arbitrare, disporre, progettare e fare tutte le scelte che necessitano.

Il Sindacato, i colleghi e l’Amministrazione hanno bisogno di una classe Dirigente attiva, dinamica, autorevole e propositiva.

A questa Dirigenza daremo tutto il nostro contributo e la massima collaborazione nel rispetto dei ruoli, all’altra che sta impaludando il sistema non faremo nessun tipo di sconto né nella nostra attività quotidiana, né nelle nostre iniziative pubbliche, ricordando due cose: la prima è che lo stipendio ognuno di noi lo prende non per quello cha ha fatto, ma per quello che fa; la seconda è che la differenza di stipendio tra i vari ruoli non è un beneficio di status, ma è strettamente legato alle diverse responsabilità che ci si dovrebbe assumere.


Condividi
Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Lascia un Commento

È possibile utilizzare these tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>