L’Amministrazione fa come la pubblicità del Gratta e Vinci: “Ti piace vincere facile?”

Convoca le 6 Commissioni Paritetiche (= con un numero uguale di membri per ciascuna delle parti che essa rappresenta) e scende in campo con un componente in più…

…ma l’assurdità non finisce qui, decide anche di votare e lo fa per ben due volte, autoproclamandosi, in entrambi i casi, illegittimamente vincitrice.

IL FATTO: i recenti decreti di istituzione delle sei Commissioni Paritetiche Provinciali, dovevano prevedere la nomina di 8 rappresentanti di nomina sindacale e 8 nominati dall’Amministrazione in rappresentanza dei vari uffici di livello dirigenziale presenti in provincia.

Vista la mancata nomina di un componente sindacale, data l’assenza di quella sigla in provincia, l’Amministrazione doveva, regolamento alla mano, decurtarsi un componente. Cosa che non è stata fatta.

Nella recente Commissione per la Protezione Sociale e Benessere del Personale, riunitasi il 3 dicembre u.s., le nostre proposte sugli alloggi sono state bocciate, mentre sono state fatte passare quelle dell’Amministrazione con votazioni a maggioranza, completamente illegittime.

Abbiamo chiesto con formale lettera inviata al Questore e per conoscenza a tutti i Dirigenti dei vari Uffici e Reparti della Provincia:

  • l’annullamento dei decreti che istituiscono le 6 Commissioni nella Provincia;
  • l’annullamento di tutte le delibere fin ad oggi votate;
  • l’immediata nomina delle 6 Commissioni in regime di reale pariteticità;
  • l’immediata convocazione delle 6 Commissioni legittimamente composte.

Ci dispiace per chi credeva, parafrasando i vari sketch del “ti piace vincere facile?”, giocare a scacchi con un neonato o scendere in campo, contro una regolare squadra di calcio composta da 11 uomini, con un centinaio di giocatori.

Chi rappresenta il SIULP nelle Commissioni lo fa con spirito costruttivo e ben sapendo che il rappresentare centinaia di colleghi richiede serietà, preparazione e consapevolezza del ruolo svolto.


Lascia un Commento

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.